lunedì 12 gennaio 2015

MONTE BRACCO domenica 21.12.2014

Ed eccoci giunti all'ultimo mese dell'anno: DICEMBRE. Per eccellenza l'emblema della stagione "freddolosa" (BRRRRR!!) in cui ci vestiamo alla stragrande con guanti, berretto, cappello avvolti dal tepore di un leggero e soffice piumino ed assomigliamo a dolci e goffi pinguini (CHE TENERONI!!). E nel suo splendore il paesaggio circostante candido e puro è ovattato... Come se non bastasse oggi è il 21!!! A detta del calendario è così... Mancano quattro giorni al magico Natale... Ma dove??
Al mattino, quando scendo in cortile, vengo avvolta da un'ondata di "aria tropicale" ed incredula per la stagione penso: "Oggi sui monti boccheggeremo come pesciolini...". Il diretto Moncalieri-Saluzzo è prossimo alla partenza ed arriva "in stazione" puntuale come un orologio svizzero alle 7:55. Tutto calcolato nebbia inclusa lungo il tragitto!! Tranquilli ragazzi... Ultima... Ma arrivo sempre!!!
Allo scoccare delle 8:00 suona la campanella e Monica spunta dalla lista i nove presenti in piazza: Beppe, Donatella, Eliana, Francesca, Livio 1, Livio 2, Massimo ed io (l'ultima!!).
 I piloti di F1 (Beppe, Livio 1 e Dona) scaldano i motori e sfrecciamo alla volta di Sanfront  per compattarci ai restanti compagni d'avventura di oggi: Lorena & Ivo, Mario 1, Maura e Forest. Dopo baci ed abbracci vari ci dirigiamo trastullanti al Bar "Marron glacés". Sulla soglia guardo Beppe e dico: "Niente male...". MARRON GLACES... Ma quanto sono buoni??? Mamma mia... Quando penso a queste assolute delizie immagino di essere in Piazza San Carlo a Torino con il naso incollato alla vetrina di una pasticceria a scelta tra il "Caval 'd Brons", "Stratta" o "Caffè Torino". Vetrine ricolme di ogni golosità per il palato con pacchetti e pacchettini e come per magia in una vetrina a lato i protagonisti indiscussi della scena sono loro, disposti su un'alzatina in ceramica con in superficie violette candite... Mi piace un mondo viaggiare con la fantasia!!!
 Ops... Aiuto!! Ho perso il filo... A che punto sono arrivata?? Ah sì ci sono... Al Bar Goloso!! Colazione variegata per tutti con Monica che raccoglie le quote per l'Unerzio... (Anche qui mantengo il primato di ultima!!).
E' tempo di andare perché la montagna ci attende impaziente. E l'allegra carovana riparte sul "nastro d'asfalto che corre dritto verso il blu...".
Lasciamo le auto a lato della chiesa di San Nicolao di Rifreddo (m. 450) ed una volta equipaggiati a puntino, partiamo baldanzosi seguendo la strada asfaltata sulla destra. Il clima primaverile ed insolito per il mese corrente ci lascia attoniti, noi che oggi come da tempo avremmo voluto calzare le ciastre... E invece no!! Siamo costretti a pazientare ancora... No problem!! "La pazienza è la virtù dei forti". Arriveranno anche i tanto sognati ed amati fiocchetti di neve...
La salita si fa presto sentire, complice anche il clima "caldo" e ben presto ci ritroviamo in maniche corte. Break ristoratore all'ombra della cappella di San Bernardo (m. 764), che ogni anno è meta di un pellegrinaggio da parte dei devoti di Revello e Rifreddo.
Dall'alto osserviamo nitidamente la vallata sottostante scorgendo anche una parte di Torino, tra cui la Basilica di Superga e a detta di Ivo anche la collina di Moncalieri... Peccato che mi sia sfuggita... Nuovamente con lo zaino in spalle riprendiamo il cammino sui "Sentieri di Leonardo", in quanto nel 1511 quest'ultimo scrisse a proposito del Monte Bracco e della pietra caratteristica del luogo impiegata per costruzioni monumentali.
Giungiamo alla cosiddetta "Scala Santa" (m. 1.014), tratto decisamente ripido ed impegnativo con in testa Livio 1 e Livio 2, forze trainanti il Cai di Saluzzo dotati di un'atleticità innata. Abbiamo avuto modo di conoscere le loro prodezze sul campo innevato sul monte Cervetto in occasione della prima uscita lo scorso inverno, durante la quale in salita Monica domanda: "Ma i due Livio hanno mangiato uova e spinaci per colazione??". Ed io: "Sicuro!!". E invece no, perché loro sono proprio "SPORTIVONI!!".
Ben presto raggiungiamo la croce di Rifreddo (m. 1.187) per il flash di gruppo e dietrofront alla volta della croce di Envie, dove ci attende il tanto sospirato ed agognato pranzo. Desiniamo al cospetto del Re di Pietra, che ci osserva attento nella sua maestosità, imponenza e fierezza. Mi si illuminano gli occhietti quando dallo zaino di Beppe vedo uscire una bella ed invitante bottiglietta di Coca-Cola e subito penso: "Quasi quasi verso la fine gliene chiedo un po'... ". Scopro poi che è vino. Ma a me rimane impressa l'etichetta!! Poche storie... Per me è Coca-Cola a tutti gli effetti!! E la mia mente cancella il fatto che sia "spremuta d'uva" ed imperterrita gli chiedo la Coca-Cola. Un mondo di risate è ancora poco!! Per la serie devo sempre farmi riconoscere...
Dopo tanta salita ci aspetta una considerevole "discesona" di grande rilevanza alquanto "avventurosa". Mi sono sentita come Indiana Jones!! Tra "sali di qui e scendi di là" abbiamo collezionato un dislivello complessivo di m. 1.196 (fonte autorevole di Livio 1).
COMPLIMENTONI A TUTTIIII!!!
E' sempre un piacere assoluto tornare alle auto per riporre gli scarponi, oggi più che mai con grande orgoglio da parte dei presenti per la "giornata iper sportiva" trascorsa insieme. E adesso cosa manca? Ma ovviamente tappa conclusiva al bar sulla piazza di Rifreddo, dove con immensa gioia ho ordinato una Super Coca-Cola!! E come la mia, altre lattine rosse sul tavolo. Che piacere è stato poterla bere, bella frizzantina e dissetante. Me la sognavo già in vetta!! C'è stato anche chi anelava ad una bella Lemonsoda (Livio 1) ed invece suo malgrado ha dovuto optare per la Coca-Cola (da parte mia OTTIMA SCELTA!!!). Tra mille bevande è atterrata sul tavolo anche una bella pizza speck e formaggio già pronta a fette che ci è stata gentilmente omaggiata dai proprietari del locale (IDEONA DI BEPPE!!). E così collezioniamo un'altra giornata fantasmagorica sui monti!!
 La montagna è un insieme straordinario di bellezza, di pace e di contemplazione che racchiude "sensazioni uniche ed indescrivibili" perché fanno parte di ognuno di noi. Siamo noi distintamente a "farle nostre" facendoci messaggeri di così tanta beltà ad ampio raggio circoscrivendole nel nostro cuore. Attimi che non vorremmo mai che terminassero, in quanto magici e speciali come quando siamo distesi al sole ed il cielo è solcato da infiniti passaggi di aerei . Viene da chiedersi: " Chissà dove andranno...". Poco importa, perché non si vorrebbe essere in nessun altro luogo al di fuori di quello in cui ci troviamo in quel momento insieme...
Saluti misti ed auguri di Buon Natale all'uscita del bar ed ancora COMPLIMENTI A TUTTI RAGAZZI BELLI BELLI!!! Alla prox!!

RAFFA

venerdì 2 gennaio 2015

Proposta per la Befana sulle Ciastre...

Carissimi amici... il nuovo anno è iniziato... spero nel migliore dei modi...
per sgranchire un pò le gambe e bruciare le calorie accumulate nei pranzi vari...
Si propone una bellissima escursione con le Ciastre al Bric Rutund nel Vallone di Bellino
Dislivello 750m
Ritrovi:
ore 8.00 Stazione dei treni - Saluzzo
ore 8.20 Segnavia Brossasco
per info e adesioni:

Monica 3407261991
mail: escursionismocaimonviso@gmail.com

n.b.: 

  • possibilità di noleggio attrezzatura di sicurezza (Artva, Pala, Sonda)
  • possibilità di noleggio Ciastre
  • pranzo al sacco
  • rientro previsto ore 16.00
Vi aspettiamo numerosi!!!




sabato 20 dicembre 2014

Auguri!!

Il Santo Natale è una festa per tutti noi... 
il nostro grande desiderio sarebbe di cancellare tutte le cose brutte, l'odio, l'invidia, la gelosia, la violenza, l'indifferenza, 

come sarebbe bello se, come la neve colora tutto di bianco, cancella i colori scuri, attutisce i rumori e regala silenzio, serenità...
anche noi ppotessimo stendere un velo bianco su tutti i pensieri negativi...e mantenerlo per tutti i giorni dell'anno...

come una pagina bianca da scrivere... in bella calligrafia... in modo che sia sempre bello rileggerla ricordando avvenimenti divertenti, i sorrisi di tutti noi ... la serenità di incontrare gli amici con piacere...

il nostro desiderio che queste parole non siano scritte invano e trasportate via da vento, ma possano aprire il cuore alle cose belle.

Un abbraccio a Voi cari... un Felice Natale e un Anno nuovo strepitoso di cosa belle...
Lo staff Scuola Escursionismo Monviso

giovedì 18 dicembre 2014

Auguri in sede!

Carissimi Amici...
Domani sera (Venerdì) alle ore 21.00
presso la nostra Sezione ci troveremo per scambiarci gli auguri... gustando una fetta di Panettone e sorseggiando un bicchiere di spumante...
Vi aspettiamooooooo!

mercoledì 3 dicembre 2014

FORESTO-MADONNA DELLA NEVE-CROCE CIAMPAGNA DOMENICA 16/11/2014 - RACCONTO

La pioggia torrenziale di sabato 15/11/2014 non avrebbe mai lasciato presagire una giornata incantevole da un punto di vista meteorologico e non solo come quella che si è rivelata essere l'indomani mattina, quando il maltempo ha lasciato campo libero ad un clima da sogno... In special modo a cominciare dalla scorsa estate (ahimè solo sul calendario) da quando da sempre le previsioni meteo la fanno da padrone e fino all'ultimo si spera in una domenica "possibilmente asciutta" ed azzarderei anche soleggiata... Perché no!! Sempre pensare in positivo!! Le previsioni per domenica danno bel tempo e così mando speranzosa un sms a Monica in attesa di news incrociando le dita... Bisogna sempre guardare avanti, mai fermarsi alle apparenze transitorie perché il meglio è lì pronto che ci aspetta... "Domani è un altro giorno", frase tratta da un celebre film quanto mai realistica che calza a pennello... Monica mi conferma che è prevista un'uscita (E VAI COSI'!! GRANDE FESTA!!) ed a ruota avviso Francy, che aveva avuto la mia stessa idea dicendomi che domenica sarebbe stato bello. Persino papà mi telefona sabato sera chiedendomi: "Ma allora domani vai??". Ed io: "Certo che vado, domani è bello!!". Notare che pioveva ancora a dirotto, il classico "tempo da lupi" per cui sarebbe meglio stare a casa . E invece no!! "Saluzzo sto arrivando!!". E così alle 8:00 ci incontriamo... Dove?? Oggi non ve lo dico perché siete stati bravissimi ad indovinare la scorsa volta... Semmai ve lo rammenterò nelle prossime puntate... Siate fiduciosi... L'appello è presto che fatto e le persone presenti oggi si contano sul palmo di una mano: Monica & Beppe, Mario 1, Francesca ed io. Questa volta mi sono ricordata di elencarmi...!! Da segnare sul calendario a caratteri cubitali!! Ci suddividiamo in due macchine, Monica & Beppe sulla prima; Francesca ed io su quella di Mario 1. Una volta calzati gli scarponi e pronti con i nostri inseparabili bastoncini, mi soffermo ad osservare di fronte a me due montagne candide ed esclamo: "Chi di voi ha un cucchiaino?? Sembra panna!!". E Monica: "Aspetta che arrivo anch'io... Lasciamene un po'!!". E dire che ero abbondantemente "colazionata"... E' ora di imboccare il sentiero guidati dalla nostra "number one in salita". Il tragitto che percorriamo è incantevole, un tappeto di foglie multicolor che celano certe pietre... (Tranquilli, non è successo nulla di grave e per tutta la giornata siamo rimasti in verticale...!!). Durante la salita incontriamo diversi piloni votivi che ci soffermiamo ad osservare con devota contemplazione, simbolo della nostra cristianità che troppo spesso viene dimenticata e mal vista nel resto del mondo... La nostra nazione, culla del Cristianesimo... Queste immagini sacre le portiamo a casa con il flash di Beppe. Visitiamo anche qualche baita abbandonata. Una in particolare al cui interno si trovano i resti di un letto e di una tenerissima culla con in un angolo quel che resta di un focolare. All'uscita intorno a noi... Un incontro di tonalità uniche: il cielo in parte terso ed a tratti impreziosito da qualche nuvoletta "pannosa", il candore e la purezza incontaminata delle nostre amate montagne ed una tavolozza autunnale data dagli alberi... Magia delle magie... Dopo aver calpestato un mare di foglie... ECCO LA NEVE!!! TANTISSIMISSIMA!!! OVUNQUE!!! WOW!!! Tripli salti carpiati dalla gioia!!! Si respira aria di festa, di Natale, il profumo della cioccolata calda (con un mondo di panna). Gli abeti intorno sono carichi di neve e Mario 1 dice: "Neve chiama altra neve". Sempre più un sogno... La stagione sulle ciastre è alle porte... MERAVIGLIOSOOOO!!! La cima innevata del Monviso che abbiamo visto raggiungendo l'agriturismo "Lou Chirun" a Pian Vasserot era già un segno tangibile. Guardando gli alberi viene voglia di decorarli a festa con un mondo di luci ad intermittenza e non, con addobbi di ogni tipo insieme all'immancabile presepio... IL NATALE... Proseguiamo il cammino immersi in questo mondo fiabesco e vediamo saltellare agilmente tantissimi camosci ed osservandone uno in particolare (il più agile del team) esclamo: "Scende come me!!". E partono le risate!! Dopo aver raggiunto Croce Ciampagna scendiamo per pranzare senza neve. Tra l'altro il dislivello in giornata è stato di m. 800. Durante una breve pausa in lontananza vedo diversi pietroni imbiancati in superficie. (Sembrano rettangoli di cioccolato glassati). Prima le montagne di panna, adesso il cioccolato glassato... Carissima Eliana, cosa dici?? Devo preoccuparmi, non è vero?? Pausa pranzo in bel praticello con un tavolone in pietra fatto su misura... Perfetto nella sua naturalezza... A prova di merenderos!!! Ottimi i dolcetti che hai portato Beppe!! Dopo pranzo ripartiamo e guardando Beppe esclamo: " Camoscette in marcia!!". (Francesca ed io). Le allieve del corso invernale 2014 durante la discesa rimangono indietro un po' a cianciare e Beppe chiede se stia andando tutto bene e Francy: "Camoscette con artrite!!". Dopo un po' Mr. Mulassano ci indica un prisma a 12 facce, atto a rilevare lo smottamento del terreno che in questa zona è particolarmente franoso. Mentre ci avviciniamo dico: " Assomiglia ad un autovelox!!". Quel congegno tanto "amato" da noi automobilisti per cui viaggi con un occhio incollato sul conta/km e l'altro sulla strada pensando: "Speriamo in bene!! Sarà acceso o spento??". Non vi dico i commenti... Le espressioni sui volti intorno a me parlavano da sole... Che storia!! Tornando alle auto passiamo in un paio di borgate ristrutturate dove le abitazioni "ex novo" sono straordinarie... Sbirciamo all'interno di una di queste e il soggiorno è bellissimo. Palchetto, pareti rivestite di quadretti con immagini tratte dal mondo ornitologico e montano, tavolo in legno massello con candela centrale a tre stoppini impreziosita da girasoli, una scala imponente che conduce al piano superiore ed un divano molto accogliente. Il classico interno di uno chalet di montagna dove trascorrere il periodo natalizio durante il quale ci affacciamo alla finestra notando con estremo piacere che siamo sommersi dal candore che ci circonda avvolti dal calore di un caminetto crepitante in pietra angolare... Fotografiamo con gli occhi suddetta magia e ripartiamo. Raggiungiamo le auto ed ora è piacevole sedersi su una panchina comoda comoda per cambiarci gli scarponi. Per concludere come sempre in bellezza la giornata sui monti, tappa ristoratrice e festaiola in un bar lungo la strada, dove si è anche parlato di episodi successi con autovelox... Complice il prisma a 12 facce?? Chissà... Grazie ed ancora grazie di cuore a voi CARISSIMI MONICA & BEPPE!!! A dir poco SIETE FANTASTICI!!! Come faremo senza di voi!!! Aiuto... Le camoscette ringraziano anche Mario 1 naturalmente!! Altrimenti la prossima volta che mi vede mi tira le orecchie!!! Alla prossima!! Con orecchie salvate in extremis per il rotta della cuffia!!! Meno male...
Raffaella!
Album Foresto, Madonna della neve, Croce di Ciampagna

martedì 25 novembre 2014

ESCURSIONE NOTTURNA AL CHIARO DI LUNA ... sabato 6 dicembre

Per concludere la stagione escursionistica 2014, dando ufficialmente il via alle camminate invernali, si propone l'ormai classica GITA NOTTURNA   (con le ciastre se ci sarà neve)  ...AL CHIARO DI LUNA.

Quest'anno andremo in VALLE GRANA  (dislivello escursione circa 350 mt.),
per poi concludere la serata con l'immancabile cena presso il ristorante "Due Cammini" di Monterosso Grana.

Ritrovi:
ore 16.00 piazzale stazione dei treni a Saluzzo
ore 16.30 piazzale del Filatoio a Caraglio
ore 21.00 Ristorante "Due Cammini" - Bivio Levata 22 - Monterosso Grana

Costo della cena:  € 20,00
Se ci sarà neve è obbligatorio avere Ciastre, artva, pala e sonda ( possibilità di noleggio)

Prenotazione obbligatoria entro mercoledì 3 dicembre  (sia per l'escursione che per la cena) :

Monica  340 7261991  (dopo le 18.00)
Forest    333 8390427  (dopo le 18.00)

PROGRAMMA CORSO RACCHETTE 2015