Cartoline delle escursioni insieme

Loading...

sabato 13 settembre 2014

Pic Foréan - Prossima uscita - Domenica 21 settembre

Ciao a tutti !!  x domenica 21 settembre si propone un'escursione nel Parco Regionale del Queyras, appena al di là del Colle dell'Agnello:
Laghi Eychassier  con possibilità di salire al Pic Foréant  -  3081mt.
 Dislivello 600mt
Ritrovo e partenza:
ore 06,45 Saluzzo - stazione dei treni
ore 07,15 Brossasco- Porta di Valle Segnavia

 Al ritorno,  per chi vuole, è prevista  una “ Merenda Sinoira” all’Agriturismo a Pian Vasserot, nei pressi dell’abitato di Chianale
costo Euro 15,00
Per la merenda adesione entro e non oltre il 16 settembre 2014

 Info e prenotazioni: 
Monica 340-7261991
Donatella 335-8338056

venerdì 12 settembre 2014

GIRO DEL MONVISO "in rosa" . . .23-24 agosto 2014

SABATO 23/08/2014

Ore 5:50 ritrovo alla stazione di Saluzzo questa volta "solo donne" in occasione del 150° anniversario della prima ascesa femminile al Monviso da parte di Alessandra Boarelli (1864-2014). Un breve scambio di saluti con alcune amiche della domenica tra le quali le nostre cape Monica, Lu e Donatella e presentazioni con volti nuovi. Scatta così l'ora della partenza (ore 6:00) ed un bel serpentone di auto si mette su strada con destinazione prima tappa Piazza Statuto a Paesana. Una volta arrivate, ci uniamo alle restanti compagne di avventura (Maria, Eliana, Manuela, Valeria, Maura,...) ed altre nuove partecipanti. Si riparte sotto una pioggia battente alla volta di Pian del Re (m. 2.020). Il "magico trio" provvede alla distribuzione di due magliette a ricordo dell'evento che ognuna di noi mette nello zaino. La prima uguale per tutte bianca con logo centrale sferico fucsia e blu e la seconda a scelta tra rosa, verdone e blu con scritta di Lynn Hill che recita: "Sulla roccia tutti sono uguali, almeno così mi sembrava..." ed una cartolina su cui apporre il timbro dei rifugi dove passeremo per ricevere a casa l'attestato di partecipazione. E' ora di mettersi in marcia (ore 7:40) sotto una leggera pioggerellina con tanto di coprizaino e giacca antipioggia con Monica in testa (COMPLIMENTI PER L'OTTIMO PASSO!!!). Fortunatamente la pioggia ci abbandona in fretta anche se il cielo rimane coperto... l'ideale in salita!! Non possiamo attraversare il Buco di Viso in quanto inagibile per lavori ed intorno alle 10:00 raggiungiamo il Colle delle Traversette (m. 2.950). Come sempre, ogni tanto, qualche break e verso le 12:00 arriviamo al Refuge de Mont Visò (m. 2.469) dove ci fermiamo un'ora per una pausa pranzo soleggiata!! Foto ricordo con magliette + primo timbro e riprendiamo il sentiero. Partite da poco qualcuna urla: "Chi ha dimenticato una borraccia verde sul tavolo?". Mi giro come le mie vicine e sorpresa... scopro essere la mia!! Corro a riprenderla dalle mani di Teresa che la stava sventolando a destra e a manca!! Grazie cara!!! Saliamo al Colle Vallanta (m. 2.811) per raggiungere alle 17:00 il Rifugio Vallanta (m. 2.460), nostro punto base per la notte. Le lancette scorrono veloci ed è ora di sedersi a tavola per una cena di tutto rispetto. Come primo a scelta tra pasta al sugo e crema di verdure con crostini. Segue il secondo con arrosto di vitello e salsiccia con contorno di fagiolini in umido e cipolline in agrodolce e funghetti. Per dessert crème caramel o ananas. Chi prima chi dopo tutte noi in camerata ci arrendiamo e crolliamo in un sonno profondo non prima di aver ascoltato un po' di disco music dal cellulare di Secondina pronte per affrontare al meglio l'indomani.

DOMENICA 24/08/2014

Ore 6:15 suona la sveglia!! Ricca colazione alle 7:00, immancabile foto ricordo sulla scalinata del rifugio che da lì a breve avremmo lasciato alle nostre spalle. Primo scatto e via la prima t-shirt, già pronta sotto la seconda per il flash seguente!! E secondo timbro. Alle 7:40 tutte in fila seguiamo Donatella in testa ed a chiudere come sempre la dolcissima Lu. Scendiamo alle Grange Gheit (m. 1.912) dove sostiamo per uno spuntino. Ripartendo torna in pole position Monica, la nostra campionessa in salita raggiungendo il Passo San Chiaffredo (m. 2.764). Nota maschile della giornata: incontriamo tre ragazzi stupiti ed affascinati al tempo stesso nel vedere un gruppo così numeroso di sole donne su per i monti... (eravamo in 34!!). A seguire ulteriore sosta nel Vallone delle Giargiatte, la cui particolarità risiede nel fatto che le rocce sono posizionate in verticale. Uno scenario suggestivo ed unico!! Scendiamo ancora al Passo Gallarino (m. 2.727) per raggiungere per pranzo il Rifugio Quintino Sella (m. 2.640). Sotto un tavolo vedo accucciato un tenerissimo cane della razza Akita protagonista del film "Hachiko" con Richard Gere e così chiedo al padrone il permesso di poterlo accarezzare. UN MAXI COCCOLONE!!! Ci ritroviamo a tavola e per iniziare pasta con un sughetto raffinato a base di pomodoro e tenere erbette e come dolce crostata (dolce preferito da Dona) a scelta tra confettura di fragole (la prima ad essere stata "spazzolata" al mio tavolo in compagnia di Dona, Monica, Eliana, Maria, Secondina) e confettura di albicocche con coffee finale. Consegna delle cartoline a Monica con terzo ed ultimo timbro. Anche ultima foto ricordo all'ingresso del rifugio e comincia la discesa che ci riporterà al punto di partenza. All'arrivo Donatella con a fianco Lu e Monica dopo averci ringraziato per aver partecipato a questo evento "unico e memorabile" consegna l'attestato di partecipazione che portiamo a casa con entusiasmo... Segue la lettura di una poesia scritta da alcune nuove all'ora di pranzo che recita:
"Il 23 agosto partite per il giro in rosa
questa volta nessuna si è messa in posa
se non per foto doverosa
e non per femminilità vanitosa.
In 34 il Re di Pietra abbiamo circumnavigato
senza perdere né passo né fiato
e lui con sguardo imperioso
dall'alto ha seguito il nostro cammino silenzioso
ciò per la Boarelli onorare
e lui sempre un po' di più amare.
Grazie alle nostre guide attente
che non ci han fatto andare né troppo in fretta né troppo lente
siccome siam passate in territorio francese
diciamo dal nostro Bel Paese
au revoir mon vieau
merci de ce cadeau".
                                                              By Giro in Rosa

Un sincero e caloroso ringraziamento con tutto il cuore ai nostri tre "angeli custodi" (Dona, Lu e Monica) che ci hanno assistito passo dopo passo e ci hanno permesso di trascorrere due giorni indimenticabili... Nonostante sia stato un evento al femminile permettetemi di estendere saluti affettuosi alla compagine maschile del Cai Saluzzo cominciando da Luigi (colonna portante) per proseguire con Beppe (mitico A.N.E.), Angelo, Bart, Ivo, Mario 1, Mario 2, Forest, Mauri, Maicol, Luca e Valerio. Grazie a tutti voi, ragazzi e ragazze con Paola "The President" che con grandissimo impegno ed un'innata passione ogni domenica offrite la possibilità di andare in montagna a tutti gli interessati (veterani e nuovi arrivati del venerdì sera) sempre in piena sicurezza e nel massimo rispetto della natura in ogni stagione... La montagna... una meraviglia assoluta dal valore inestimabile!!!

Raffaella





lunedì 8 settembre 2014

Domenica 14 settembre - Cima CIANTIPLAGNA mt.2849

Per domenica 14 settembre 2014 Vi proponiamo l'escursione a cima Ciantiplagna mt. 2849

Dal Colle delle Finestre ci si incammina dietro il forte, prima per una leggera discesa per poi risalire su una larga mulattiera;  dopo aver superato la fontana Murò, la mulattiera sale per diversi tornanti fino al Colle della Vecchia.
Il percorso, molto panoramico, passa per la stazione eliografica, per poi arrivare alla croce di vetta, dove il panorama è spettacolare.

Dislivello mt. 750 - Difficoltà E
Tempo di salita: ore 2,30

Ritrovo:
Carmagnola ore 7,00 sede CAI Via Bobba
Saluzzo    ore 7,00 piazzale Stazione Ferroviaria
Ore 8,00  Perosa Argentina al bivio di Prali Val Germanasca

Info e prenotazioni:
             Luigi     338-9550530
    Monica 340-7261991


giovedì 4 settembre 2014

CHIALVETTA - BOSCASSO 29-30.03.2014

Dieci partecipanti alla due dì (tra l'altro dieci erano i posti disponibili da Rolando): Monica, Mario 1, Forest, Maura, Gian & Maria, Lu & Gimmy, Eliana ed io. Ritrovo alla ormai famosissima stazione di Saluzzo alle 13:30. Quando arrivo, sono già lì ad attendermi con un sorrisone Durban's Maura e Forest. Tranquilli , sono arrivata in orario (13.25). Segue l'arrivo di Mario 1 e via a recuperare Monica sotto casa. Giunti a destinazione intorno alle 15:00 salutiamo gli altri e via sulle ciastre. La giornata è invitante ed è un vero peccato non cogliere l'occasione per fare quattro passi allegramente sulla nostra amatissima neve... Abbiamo anche la fortuna di incontrare un dolcissimo Terranova scodinzolante, che tenerone... Maura ha così l'occasione durante il tragitto di vedere l'Unerzio e cammin facendo, arriviamo in un rifugio, il bellissimo rifugio di Viviere, dove ci fermiamo per un aperitivo a base di speck e crodino + porto (per me solo crodino anche se hanno tentato in tutti i modi di convincermi a farmi aggiungere il vino). Si son fatte le 17:00 e così ripartiamo per tornare alla base dove ci aspetterà una succulenta ed abbondante cena a base di pasta con panna, formaggi e patate, spezzatino di vitello e maiale con patate, carote e piselli e dulcis in fundo a scelta tra mille leccornie, torta di mele con frutta secca (STREPITOSA) e meringa con panna. Indovinate un po' quale dolce ho ordinato... Non si capisce vero? Dopo cena facciamo ancora due passi e seguendo Forest attraversiamo un ponticello sommerso di neve per addentrarci in una frazioncina "Gheit" dove le case in pietra e legno ristrutturate ad arte sono un vero spettacolo e ci lasciano incantati... Torniamo così in camerata per prepararci per l'indomani. Dopo Chamberyon-Champignon (che ridere!!!) è dura addormentarsi perché la voglia di chiacchierare è tanta...
La dolcissima sveglia di Monica suona alle 6:45 con una canzone di cui non conosco il titolo, so solo che è dei Modà e comincia:" Ciao semplicemente ciao, disegno l'erba verde come la speranza, come frutta ancora acerba..."BELLISSIMA!!! E così giù dalle brande per un'abbondantissima colazione in vista della conquista della vetta Boscasso con un dislivello di m. 1.100!!! Siamo partiti da poco quando a Gian scivola un bastoncino in un punto talmente ripido che, ragazzi miei, fosse stato il mio l'avrei lasciato lì senza alcun rimpianto. Assistiamo impotenti e preoccupati al recupero da parte sua. Credetemi quando dico che Rambo ha tutto da imparare da Gian... Proseguiamo e passo dopo passo, giungiamo in punta per pranzo alle 12:30. Un'oretta di meritato relax e dopo inizia la discesona... WOW!!! Una vera goduria!!! Sono intenta a scendere (Eliana dietro di me) quando ad un tratto mi ritrovo per terra e con tutto il gruppone esultante che assiste alla scena... Quanto affetto ragazzi, grazie!!! Sembra di essere allo stadio e di assistere alla vittoria dei granata sui gobbi!!! Non sono mica di parte io... Una volta giunti alle macchine, torniamo da Rolando per una bibita fresca ed un'altra fettona di super torta tanto sognata durante la mega discesa... I due giorni sono letteralmente volati ma ce li portiamo a casa nel cuore...
Care ed amate ciastre senza di voi non avremmo mai conquistato così agevolmente le vette previste in calendario e non avremmo potuto godere della bellezza dei paesaggi innevati ed incantevoli che solo la montagna può offrire ai nostri occhi in ogni periodo dell'anno... Alla prossima stagione!!!

Raffaella

lunedì 1 settembre 2014

domenica 7 settembre - PIC DE CARAMANTRAN (mt 3024)

Per domenica 7 settembre vi proponiamo una bella e molto panoramica (tempo permettendo) escursione al Pic de Caramantran (VALLE VARAITA).

Il ritrovo è previsto alle 6.30 alla Stazione di Saluzzo oppure alle 7.00 al Segnavia di Brossasco.

Quota di partenza: mt 2142 (Sorgente dell'Agnello)

Quota vetta: mt 3024

Difficoltà: E

Si consiglia oltre ad abbigliamento e calzature adeguati alla quota anche l'uso dei bastoncini.

Per qualsiasi informazione e per le iscrizioni:
Luca 340/2695000
Maurizio (Mauri) 333/9327725 (dopo le 18)

Vi aspettiamo numerosi!!

venerdì 22 agosto 2014

10° ANNIVERSARIO DELLA POSA DELLA CROCE SUL MONTE FARAUT

Carissimi amici... Vi invitiamo a festeggiare con noi il 10° anniversario della posa della croce sul Monte Faraut. Sarà un momento di festa, ma anche di ricordi, per gli amici che ci hanno lasciato e che adesso ci accompagnano dai sentieri del cielo.
Sarà celebrata la Santa Messa in vetta da Don Luca Margaria alle ore 11.00.
Con preghiera di divulgazione!
Sarebbe bello essere in tanti!!!
Vi aspettiamo!

lunedì 18 agosto 2014

COLLE DELL'ISCHIATOR - domenica 27 luglio 2014

Finalmente il meteo promette una domenica senza nubi e così siamo in tanti a ritrovarci alle 6 a Saluzzo per la gita proposta da Mario e Bartolo. Il gruppo aumenta ancora a Demonte dove facciam tappa per la consueta golosa colazione; oggi con noi c’è persino una ragazza di Arezzo che ha deciso di approfittare di alcuni giorni di vacanza dalle nostre parti per gustare un po’ delle nostre montagne…
La meta di oggi è il colle dell’Ischiator e, siccome il dislivello che ci aspetta è di quasi 1300 metri, non resta che affrettarci a ripartire alla volta dei Bagni di Vinadio da cui proseguiamo oltrepassando la borgata Besmorello e arrivando sulla strada sterrata fin ove consentito. Equipaggiati di zaino e scarponi (e per una volta anche un po’ di crema solare!!) siam pronti a partire.
A passo spedito iniziamo il cammino lungo la strada che conduce al rifugio Migliorero non disdegnando di tanto in tanto qualche scorciatoia e, in poco più di un’ora ci ritroviamo ai piedi del Rifugio, che spicca così fiabescamente adagiato tra i pascoli, poco distante dal lago inferiore dell’Ischiator.
Dopo una necessaria pausa ristoratrice, in cui diamo spazio a barrette, frutta e cioccolato, riprendiamo il nostro cammino, costeggiando il lago e iniziando a risalire il pendio che ci porterà al passo, lasciandoci alle spalle il rifugio, che di tanto in tanto ci voltiamo ancora ad ammirare nella sua maestosità.
Il sentiero sale deciso e ben presto il fiatone si fa sentire, ma pian piano il gruppo sale arrivando in prossimità della deviazione per il Becco Alto d’Ischiator che avrebbe dovuto essere la nostra meta, non fosse per la troppa neve ancora presente in questi giorni di luglio!
Anche sul nostro cammino, però, incontriamo ancora parecchia neve, tanto che dobbiamo far ricorso all’abilità dei nostri AE per riuscire ad oltrepassare alcuni tratti non proprio facili facili!!
Finalmente la nostra fatica è premiata e ci ritroviamo ad ammirare il lago Superiore dell’Ischiator che con i suoi colori ci ricorda più un paesaggio artico che non un semplice lago delle Alpi! Qualcuno vorrebbe fermarsi qua, incantato dalla bellezza del luogo, ma i capigita ci incitano a proseguire..manca poco per arrivare al colle!
E così, dopo qualche rapida foto, eccoci riprendere il passo per salire l’ultimo tratto che ci porterà finalmente al tanto sospirato colle: lo spettacolo che si presenta ai nostri occhi è di quelli che resteranno a lungo impressi nella memoria e che riescono d’incanto a far dimenticare la fatica necessaria per arrivare fin quassù.
Dedicato il giusto tempo ad immortalare il panorama, ognuno si sceglie il posto più adatto per mangiare e, al tempo stesso, continuare a godere della bellezza di questo paesaggio, reso ancor più incantevole dal sole e dal cielo limpido che finalmente quest’estate ci regala. Non mancano le solite prelibatezze, dal vino al caffè ai dolci casalinghi e le chiacchiere diventano via via più animate ed allegre.
Troppo presto è ora di riprendere la strada del rientro: il percorso è stato impegnativo in salita, ma non lo sarà meno in discesa, soprattutto nei tratti innevati che già all’andata ci han dato qualche pensiero. Per fortuna, salvo qualche batticuore di troppo, tutto va per il meglio e, raggiunti gli amici che si erano fermati un po’ più a valle, ritorniamo al rifugio che nel frattempo si è davvero popolato di escursionisti alla ricerca di un po’ di relax.
Ci concediamo una pausa un po’ più lunga nei pressi del rifugio e alla fine riprendiamo la marcia verso le auto. Anche oggi la giornata si conclude nel migliore dei modi e i nostri visi sorridenti ne sono la conferma. Non resta che darsi appuntamento per le prossime escursioni, sperando in un meteo favorevole, e c’è già chi propone qualche gita un po’ più in là… perché no, in Toscana?
Ma-Ester